HOME SERVIZI PROGETTI BRAND CONTATTI
 
 
 
   

 

  Progettazione Architettonica
e Ingegneria Naturalistica
  Percorsi Autoguidati
  Rete di percorsi cicloturistici, escursionistici e a cavallo
 
 
Il “Progetto Stura” è finalizzato allo sviluppo turistico del territorio attraverso il recupero e la valorizzazione patrimonio naturale esistente dando evidenza alle emergenze culturali, storiche e paesaggistiche individuate dalle singole amministrazioni dell’Unione dei Comuni e alla sensibilizzazione della popolazione locale all’utilizzo del patrimonio naturale esistente.

Il progetto si snoda attraverso una rete di percorsi autoguidati dal fiume Stura di Demonte, lungo le fasce vallive e l’altopiano che interessano i territori dei comuni di Fossano, Trinità, S.Albano Stura e Cervere, interessanti dal punto di vista paesaggistico e naturalistico e le pianure tra i territori dei comuni di Fossano e di Genola.

Unitamente alla rete di percorsi autoguidati si prevede di dotare le aree di sosta esistenti lungo il fiume di attrezzature base come tavoli e servizi igienici; si intende potenziare l’area a protezione speciale dell’oasi naturalistica “la Madonnina”, attuale meta escursionistica e per appassionati di ornitologia, attraverso la creazione un’altana di avvistamento e di un’area a campeggio dotata di allacciamenti alle rete idrica ed elettrica. Oltre lo sviluppo turistico verranno organizzati incontri didattici tramite il coinvolgimento delle scuole e delle associazioni ambientali e solidali: utilizzare gli itinerari d'interesse naturalistico, paesaggistico e storico creati con i percorsi autoguidati tramite il coinvolgimento di circoli ciclistici, naturalistici ed equestri presenti sul territorio; organizzare eventi culturali ed artistici tramite il coinvolgimento delle biblioteche, delle associazioni teatrali e musicali; organizzare rassegne culinarie ed eventi volti alla valorizzazione dei i prodotti locali tramite il coinvolgimento delle Pro-loco e delle associazioni interessate; organizzare manifestazioni ludico-sportive tramite il coinvolgimento delle scuole e delle società sportive locali. Ne è esempio rappresentativo l’area “finestra sul Castello” nel cuore di Genola, a lato del castello, che dovrà diventare fulcro del centro storico genolese e parte attiva della vita del paese e dell’unione convertendo l’area libera in disuso in parco pubblico con aree verdi e una struttura capace di ospitare eventi e manifestazioni all'aperto.

La ricettività turistica verrà garantita attraverso l’utilizzo di pacchetti turistici forniti dalle strutture alberghiere e di ristorazione dislocati sul territorio (l’hotel ristorante Giardino dei Tigli, l’hotel Romanismo e la varietà di ristoranti distribuiti sull’intero territorio facente parte dell’Unione.

Opere di riqualificazione, recupero e messa in sicurezza del percorso

Il percorso individuato interessa località caratterizzate da emergenze storico – ambientali importanti, si va dal letto del fiume Stura di Demonte, storicamente e culturalmente sempre individuato come linea di confine tra i diversi comuni, l’altopiano che interessa i territori dei comuni di Fossano, Cervere e Genola e le ricche pianure tra i territori dei comuni di Fossano e di Genola punteggiate di piloni votivi, cascinali e cappelle.

La rete si differenzia in percorsi:

- ciclabili con percorsi per una lunghezza complessiva di 41 Km perfettamente agibili, in gran parte su strade asfaltate o inghiaiate in buono stato e facilmente percorribili con qualsiasi mezzo, (eccezion fatta per alcuni tratti da risistemare);

- escursionistici lungo il fiume Stura dai “Bagni Pedro” di Fossano sino all’oasi naturalistica “La Madonnina” per una lunghezza di 9 Km;

- equestri lungo l’alveo del Torrente Mellea per cira 7 Km.

Dato che i tracciati dei percorsi sono già normalmente meta di escursione non si prevedono interventi particolari per migliorare la fruizione, se non finalizzati al ripristino di tratti in cattive condizioni o tra loro slegati: un tratto di strada fra Fossano e Genola andrà sistemato per garantire la sicurezza del cicloturista, la riproposizione del camminamento sul ponte ferroviario dello Stura permetterà di creare un percorso escursionistico unico da Fossano all’oasi naturalistica “La Madonnina” di S.Albano Stura; alcuni punti di attraversamento di rii dovranno essere attrezzati con passerelle in legno dotate di passamano, in altri saranno necessari piccoli interventi di ripristino della sede del percorso alterata da erosione dovuta a pioggie, in altri ancora interventi di manutenzione ordinaria con di sfalci sulle vegetazioni ruderali infestanti.

 

La segnaletica prevista darà all’utilizzatore tutte le informazioni per gestirsi in autonomia il percorso.

È stata prevista una segnaletica di tipo generale (bacheche) e una segnaletica più specifica (indicatori di percorso).

La segnaletica generale, da predisporsi nei punti chiave dei centri abitati dei diversi comuni e di facile accesso, riporterà complessivamente tutti i percorsi individuati dal presente progetto differenziati per tipologia (ciclabili – escursionistici – equestri) difficoltà tecnica e lunghezza con indicazione dei punti di interesse storico – culturale e paesaggistico;

la segnaletica specifica darà indicazioni sulle distanze percorse e da percorrere, sulla difficoltà del percorso specifico e su particolari punti di interesse.

Le basi di tutti i supporti (bacheche di percorso e indicatori di percorso) vanno saldamente annegate in un fondo di magrone per una profondità di almeno 40 cm.

  Torna ai Progetti