HOME SERVIZI PROGETTI BRAND CONTATTI
 
 
 
   

 

  Progettazione Architettonica e Ingegneria Naturalistica
  Percorsi ciclabili su strade asfaltate
  Percorsi e spazi attrezzati per ciclisti su strade comunali esistenti a bassa fruizione veicolare nei territori dell’Unione del Fossanese e nei comuni di Cherasco, Narzole, Marene e Bene Vagienna
 
 
Il progetto si pone come obiettivo la valorizzazione e la diffusione della pratica ciclistica sportiva non agonistica, escursionistica e turistica, nonché la promozione del ciclismo giovanile e scolastico con la realizzazione di un sistema di itinerari per il ciclismo. La finalità sottesa e' quella di incentivare tali attività, contribuendo al miglioramento della qualità della vita e della salute dei cittadini.

Il ciclismo in tutte le sue tipologie rappresenta infatti un'attività importante per la tutela psico-fisica e per l'utilizzo attivo del tempo libero, praticabile da tutte le categorie sociali e adatta ad ogni fascia d'età. Tale pratica può andare dal semplice escursionismo occasionale passando dalla mountain-bike al cicloturismo, per arrivare anche al ciclismo sportivo. L'ampliamento delle pratiche sopracitate oltre ai benefici sopra accennati, crea le condizioni ideali per selezionare tra i giovani gli atleti per l'attività agonistica dilettantistica e professionistica.

La conformazione del territorio interessato dal progetto è ricco di percorsi adatti alla pratica di discipline legate al ciclismo e alla mountain-bike e coniuga la varietà tecnica dei tracciati con la bellezza dei paesaggi circostanti. Tuttavia tali attività necessitano, per agevolare la diffusione della pratica tra i giovani e la continuazione di essa tra gli anziani, di itinerari segnalati che garantiscano un buon livello di sicurezza, e aree attrezzate. Il progetto segue sostanzialmente iniziative promosse negli anni dalla Regione Piemonte finalizzate a legare il territorio, la cultura e la storia locale per favorire le politiche ambientali e turistiche. Allo stesso modo l'obiettivo e' quello di superare la logica della semplice selezione di percorsi ciclistici definiti da apposita segnaletica, per incentivare la conoscenza di località che vantino sul proprio territorio attività commerciali legate all'enogastronomia (quali enoteche, trattorie, ecc.) e storico paesaggistiche. In altre parole si intende creare un sistema di tracciati nel territorio della piana del cuneese in grado di unire alla pratica sportiva non agonistica finalità escursionistiche, turistiche e culturali.

I percorsi in progetto vengono individuati prevalentemente su strade comunali (e quindi in piena disponibilità dei comuni richiedenti) caratterizzate da un basso livello di traffico con la possibilità di svilupparsi anche su tracciati o anelli stradali in disuso, su percorsi interni ad aree di pregio paesaggistico quali le fasce vallive del fiume Stura o la sessa pianura del fossanese, storico come i centri storici dei Comuni di Cherasco , Fossano e Bene Vagienna, archeologici come l’area di Augusta Benevagennorum.

Nell’insieme il progetto costituisce una rete di percorsi ciclabili in grado di connettere realtà (urbane o ambientali) tra loro distanti attraverso itinerari, poco frequentati dal traffico automobilistico con valenza didattico-culturale e di facile percezione.

Nella fattispecie sono stati individuati 7 itinerari principali distinti per grado di difficoltà, per contesto paesaggistico o storico culturale, ognuno dei quali con una lunghezza media di 35 Km circa, interconnessi fra loro con la possibilità di variarne le caratteristiche passando da un itinerario all’altro e variando conseguentemente la lunghezza di percorrenza a proprio piacimento.

Da subito le particolari caratteristiche del luogo, data l’unicità del rilievo collinare delimitato dalle valli fluviali del fiume Stura e Tanaro, insieme al fatto di essere il “nodo di unione” tra le città di Cuneo e Saluzzo – Savigliano che stanno sviluppando progetti analoghi, hanno fatto optare per un approccio progettuale di tipo intercomunale con una sua coerenza rispetto ad una rete ciclistica di “scala ampia” .

Alla base del progetto si sono posti una serie di obiettivi, riguardanti:
- l’attivazione di una politica per tutelare ed incentivare l’utilizzo della bicicletta come mezzo di tipo escursionistico e conoscitivo ;

- la volontà di rendere accessibili e collegati fra loro tutti i luoghi principali dei vari centri cittadini attraverso una rete completa, continua, confortevole e organizzata;

- la diffusione dell’uso della bicicletta nel tempo libero come strumento di svago e di conoscenza del territorio;

Il perseguimento di questi obiettivi si è affrontato attraverso una strategia progettuale riguardante la realizzazione di due differenti tipologie di itinerari ciclistici tra di loro integrati nel formare dei circuiti intercomunali in grado di soddisfare le diverse esigenze dei potenziali fruitori:

Itinerari ambientali
Sono quegli itinerari che permettono la fruizione didattica dei luoghi di interesse paesaggistico-ambientale presenti nel territorio. Sono integrati da una serie di informazioni esplicative lungo il percorso.

Itinerari culturali
Sono quegli itinerari che rendono accessibili i luoghi di valenza storico-architettonica presenti nel territorio. Sono integrati da una serie di informazioni esplicative lungo il percorso.
  Torna ai Progetti